29 marzo 2014

La radio era mobile da prima

radio a transistor

I manuali di comunicazione danno poco spazio alla radio, e quasi nessuno alla musica e ai tanti dispositivi utilizzati nel corso del tempo per ascoltarla.

Della radio non si trascura di ricordare il ruolo che avuto nello sviluppo della società di massa, portando non solo la musica e l’intrattenimento, ma anche l’informazione e la propaganda politica in tutte le case, anche in quelle degli analfabeti. Ma radio e giradischi hanno profondamente modificato l’ambiente mediatico e culturale in cui viviamo in quanto sono diventati “mobili” molto presto, intorno agli anni … >>

27 marzo 2011

Tempo della Chiesa e ora legale

In questi giorni, ne sentiremo di tutti i colori a proposito degli effetti dell’ora legale sul nostro organismo e sui nostri ritmi circadiani: mangiare meno, mangiare alla stessa ora, bere/non bere alcolici, assumere/non assumere caffé, assumere/non assumere sonniferi; se tutti questi rimedi non dovessero funzionare, non esitare a ricorrere alla melatonina.

Indicazioni che di solito si danno a piloti e hostess afflitti da jet-lag, per problemi che non ci sogneremmo mai di poter avere andando a Londra o a Madrid in vacanza.

Secondo me, infatti, … >>

10 marzo 2011

Terremoto e disorganizzazione sociale dei territori

Mi rendo conto di essermi eclissata, ultimamente. In effetti, stavo riassemblando i materiali del Laboratorio Roseto, un laboratorio didattico di ricerca che abbiamo condotto nell’ambito del dottorato di Teramo (Politiche sociali e sviluppo locale), sugli “sfollati” dell’Aquila che si erano trasferiti – appunto – a Roseto degli Abruzzi.

Il tutto, per preparare quello che doveva essere un “libretto” di meno di 100 pagine, ma che sta diventando invece un “malloppetto” di 200. Non sembrava, ma in effetti avevamo messo assieme parecchi materiali. E non tutti sono stati utilizzati, appieno, … >>

12 novembre 2009

Il debutto delle cose in società

Sembra ravvivarsi l’interesse della sociologia per quella che veniva chiamata qualche tempo fa la “cultura materiale”,  fatta di cose – oggetti naturali o artificiali – che incorniciano ed accompagnano le relazioni sociali, segnando spazi e territori, raccontando storie, trasmettendo memorie.

tutto ciò che ci circonda e che costituisce il mondo umano è opera di miliardi di persone (i vivi e i morti) che hanno plasmato la realtà lasciandovi tracce che sopravvivono al loro lavoro e alla loro scomparsa fisica (Remo Bodei, La vita delle cose, 2009, Laterza, p. … >>

Lingua:

  • It
  • En

Categorie

Archivi

Iscriviti al blog tramite email