5 settembre 2011

Bauman: social media e intimità nella società liquida

Quello che internet non può ancora offrire ai suoi utenti è la sensazione di intimità. Le “autostrade dell’informazione” hanno chiuso l’era delle società operaie – ha spiegato Bauman – in cui la realtà era definita dall’appartenenza a comunità, e hanno spalancato quella delle reti, spesso confuse con le comunità. Una comunità è tale finché gli appartenenti non sono consapevoli di esserlo, mentre gli “adepti” di Facebook fanno parte appunto di una “Rete”

… >>

3 settembre 2011

Bauman: Power no longer recognises national boundaries

For Zygmunt Bauman the world is marked by a division between power and politics. While politics is defined by nations, power no longer recognises national boundaries

via The Guardian

17 agosto 2011

La rivolta degli (ex) consumatori: Bauman sui London Riots

All’inizio sembrò il ritorno dello scontro razziale (come in Guns of Brixton dei Clash, sotto). Qualche commento sulla crisi, e sull’aggravarsi delle condizioni di esclusione in alcuni quartieri delle grandi capitali europee.

Successivamente, abbiamo assistito alla pratica del saccheggio, da parte soprattutto di adolescenti – di vari colori e gruppi etnici – che a quel punto sono stati definiti “teppisti” e “ladri”. E giustamente: non c’è dubbio che siano ladri quelli che rompono le vetrine dei negozi delle grandi catene di distribuzione … >>

3 giugno 2011

Un documentario su Zygmunt Bauman

Values in flux, job insecurity, no strings attached relationships … Sounds familiar? A slight consolation lies in the fact that it has already been researched. This film is a Zeitgest journey through Europe, life and work of Zygmunt Bauman, and the root of it all – liquid modernity.

 

Official website of the documentary film: beinghumanthesedays.com

Facebook Fan Page: BeingHumanTheseDays

via Social Europe Journal

25 gennaio 2011

Bagnasco: in Italia, il disastro antropologico

Del discorso tenuto ieri dal cardinale Bagnasco, i giornali hanno cercato soprattutto di decifrare l’eventuale cambiamento di posizione della Chiesa – e della Conferenza Episcopale Italiana in particolare – nei confronti del governo.

Già, perché, secondo le aspettative e le speranze di molti, la spallata al governo doveva darla lui. Per poi naturalmente ritirarsi di buon grado in curia senza più interferire con le vicende politiche italiane. Libera Chiesa in libero Stato.

La spallata non c’è stata. O almeno non è stata una spallata di quelle che fanno cadere … >>

14 febbraio 2009

Sociologia spettacolo

Ieri ho scoperto che qualcuno ha avuto addirittura l’idea di di mettere in piedi uno spettacolo teatrale ispirato alla “liquidità” che caratterizza i rapporti sociali nella nostra epoca: Bauman (Zygmunt) Circus. E sono andato a vederlo. E lo spettacolo sta in piedi: con 5 attori italiani, senegalesi, francesi e ucraini e 5 musicisti polistrumentisti.

Con un melting pot di mezzi espressivi (videoproiezioni, danza, prosa, musica, canto) che veicola insieme cronaca e concetti (interi brani degli scritti di Bauman!) la compagnia riesce a mettere in scena il flusso … >>

Archivi