24 gennaio 2013

Dai Paschi ai derivati

(immagine Agi.it)

Dai “paschi” ai derivati: il percorso compiuto dal sistema finanziario dagli esordi della modernità alla “società liquida” (in crisi di liquidità); ma anche la parabola discendente del ruolo dei beni comuni, persino in quelle economie locali che con “identità” intendono “a casa mia comando io”.

 

Nota: I “paschi” sono i pascoli della Maremma, e furono la prima garanzia offerta dalla Banca ai depositanti, per concessione del Granduca di Toscana.

(foto: Agi.it)

19 gennaio 2013

Autonomie a rischio: attori e temi del dibattito sul destino della Provincia di Teramo

Network attori-temi, e cluster

Il 17 e il 18 gennaio si è svolta la seconda conferenza di Facoltà “Dalla Repubblica delle autonomie ad un nuovo (ed indefinito) accentramento di poteri nello Stato”.

Per la seconda volta, cioè i docenti e i ricercatori della Facoltà di Scienze Politiche sono stati invitati a “dire la loro” su un tema di interesse comune. Mi pare una iniziativa molto positiva di scambio scientifico ed anche personale, soprattutto considerando che da anni che non facciamo altro che parlare (e scontrarci) sulle riforme che si sono succedute con ritmi … >>

25 novembre 2012

Violenza contro le donne: i dati non sono solo dati

Quando parliamo, usiamo le statistiche in maniera strana. Certe volte indichiamo la diffusa incidenza di un fenomeno per dire che è “normale”, altre volte per segnalare una emergenza.

Chissà se leggere che “Oltre 100 paesi nel mondo sono privi di una legislazione specifica contro la violenza domestica, ed oltre il 70 % delle donne nel mondo sono state vittime nel corso della propria vita di violenza fisica o sessuale … >>

2 novembre 2012

I Pirati all’arrembaggio del Bundestag

Ubaldo Villani-Lubelli (@uvillanilubelli) prende molto sul serio i Pirati, ennesimo partito arancione di questo inizio secolo.

Secondo l’autore del piccolo ebook Piratenpartei. I Pirati all’arrembaggio del Bundestag (ed. goWare, €1,99), esperto di questioni tedesche in particolare, i Piraten fanno bene alla politica tedesca: costringendo «i partiti tradizionali a svecchiarsi»; arginando il «diffondersi di un destra estrema e pericolosa»; e persino «facendo uscire la politica europea dall’era post-democratica e personalistica».

Ma soprattutto

I Pirati, grazie anche a Liquid Feedback e alla Democrazia Liquida, hanno rimesso al centro dell’azione politica … >>

23 ottobre 2012

Liquid Feedback sbarca a Servizio Pubblico: la democrazia liquida dai Pirati alla tv

Liquid Feedback (Lqfb; http://liquidfeedback.org) è una piattaforma di deliberazione online, che serve a valutare, emendare e votare proposte di vario genere, attraverso una complessa procedura di (quella che una volta si chiamava) votazione elettronica.

Si tratta di uno strumento di democrazia liquida, e non di democrazia diretta, in quanto — diversamente dalla democrazia diretta — prevede la delega, mentre — diversamente dai sistemi di democrazia rappresentativa — prevede la possibilità di ritirare la delega in qualunque momento. I voti e le decisioni dei delegati, inoltre, … >>

4 giugno 2012

Disintermediazione e rappresentanza: aspettare per credere

pubblicato su Professionalismo.it

Il termine “disintermediazione” — come testimonia la pagina italiana di Wikipedia ad esso dedicata — inizialmente è diventato di uso comune soprattutto in ambito business, per indicare il venir meno del ruolo e del peso degli intermediari nelle transazioni commerciali o finanziarie.

In tale prospettiva, il primo e fondamentale vantaggio della dis-intermediazione è costituito dalla riduzione dei costi di transazione; ma anche da una sino ad allora impensabile apertura del mercato ad operatori molto piccoli, che possono … >>

4 dicembre 2011

Quando lo Stato non c’è, i mercati ballano

Da tempo mi ero ripromessa di scrivere un post di risposta al commento di Niccolò Cavagnola, sul tema del mercato come istituzione sociale.

Quello che sta accadendo nell’Eurozona mi offre l’occasione per rispondere con un esempio concreto.

… >>

2 novembre 2011

Parádoxa: greci e non solo

Papandreou ha lanciato una bomba sul prossimo G20. Mi pare che sia l’unica cosa che si possa affermare con certezza. Per quali ragioni, lo ha detto chiaramente rivolgendosi al governo:

il referendum darà un mandato chiaro, ma anche un messaggio chiaro dentro e fuori dalla Grecia sul nostro percorso europeo e sulla nostra appartenenza all’euro (Il Sole 24 ore).

A questo punto, non basta una maggioranza di governo per prendere decisioni. Bisogna avere un consenso più largo. Ma non basta neanche questo. Bisogna vedere se … >>

12345...10...16

Archivi