29 marzo 2014

La radio era mobile da prima

radio a transistor

I manuali di comunicazione danno poco spazio alla radio, e quasi nessuno alla musica e ai tanti dispositivi utilizzati nel corso del tempo per ascoltarla.

Della radio non si trascura di ricordare il ruolo che avuto nello sviluppo della società di massa, portando non solo la musica e l’intrattenimento, ma anche l’informazione e la propaganda politica in tutte le case, anche in quelle degli analfabeti. Ma radio e giradischi hanno profondamente modificato l’ambiente mediatico e culturale in cui viviamo in quanto sono diventati “mobili” molto presto, intorno agli anni … >>

4 dicembre 2011

Quando lo Stato non c’è, i mercati ballano

Da tempo mi ero ripromessa di scrivere un post di risposta al commento di Niccolò Cavagnola, sul tema del mercato come istituzione sociale.

Quello che sta accadendo nell’Eurozona mi offre l’occasione per rispondere con un esempio concreto.

… >>

17 settembre 2011

La gente ti odia, ma perché ti odia? … Solo perché è invidiosa!

Ultimamente l’invidia sembra essere diventata una categoria della politica. Le dichiarazioni di Putin su Berlusconi ne rappresentano forse la consacrazione definitiva.

Del resto, l’invidia è un “fatto sociale”: è un sentimento che viene rivolto ad altri, in riferimento a beni considerati desiderabili in base ai valori diffusi in una società.

Esempio ne sia questa impressionante intervista, andata in onda ieri a “L’ultimaparola”, ad una escort ospite del nostro Primo Ministro

… >>

9 settembre 2011

Obama. Il ritorno della dimensione collettiva

Non mi intendo granché di finanza pubblica, figuriamoci di quella americana, ed ho quindi una certa difficoltà a valutare nel merito il discorso di Obama sul piano per il lavoro.

Interessanti però due argomenti più propriamente politici e direi programmatici contenuti nel discorso, che si rifanno entrambi alla dimensione collettiva dell’agire politico ed economico, e che sono naturalmente finalizzati a sostenere la necessità delle spese per i grandi investimenti in infrastrutture.

Il primo argomento, segnalato per ogni dove, è il rifiuto di approfittare della crisi per … >>

5 settembre 2011

Bauman: social media e intimità nella società liquida

Quello che internet non può ancora offrire ai suoi utenti è la sensazione di intimità. Le “autostrade dell’informazione” hanno chiuso l’era delle società operaie – ha spiegato Bauman – in cui la realtà era definita dall’appartenenza a comunità, e hanno spalancato quella delle reti, spesso confuse con le comunità. Una comunità è tale finché gli appartenenti non sono consapevoli di esserlo, mentre gli “adepti” di Facebook fanno parte appunto di una “Rete”

… >>

3 settembre 2011

Bauman: Power no longer recognises national boundaries

For Zygmunt Bauman the world is marked by a division between power and politics. While politics is defined by nations, power no longer recognises national boundaries

via The Guardian

3 settembre 2011

Rispondo ad una mail. Re: élites globali

Il 27 agosto mi è arrivata una lunga mail di commento al post “L’Italia alle prese con le élites globali“. Riporto qui alcuni stralci, e colgo l’occasione per tornare su alcuni punti.

Il mondo è globale per definizione. Ciò che è avvenuto negli ultimi anni è stata un’accelerazione di un fenomeno insito nel capitalismo: la sua estensione a livello mondiale. Fin dalle sue origini esso si muove pensando globale. Per cui, più che di globalizzazione multilaterale, si può parlare di … >>

17 agosto 2011

La rivolta degli (ex) consumatori: Bauman sui London Riots

All’inizio sembrò il ritorno dello scontro razziale (come in Guns of Brixton dei Clash, sotto). Qualche commento sulla crisi, e sull’aggravarsi delle condizioni di esclusione in alcuni quartieri delle grandi capitali europee.

Successivamente, abbiamo assistito alla pratica del saccheggio, da parte soprattutto di adolescenti – di vari colori e gruppi etnici – che a quel punto sono stati definiti “teppisti” e “ladri”. E giustamente: non c’è dubbio che siano ladri quelli che rompono le vetrine dei negozi delle grandi catene di … >>

12345...7

Lingua:

  • It
  • En

Categorie

Archivi

Iscriviti al blog tramite email